Non ero normale

“Da adolescente lottavo contro l’attrazione per altri ragazzi. Dentro di me sapevo che quei pensieri non erano normali”. — Gianni.

Ho avuto conferma dal segretario comunale del paesino in cui mi sposerò che posso scegliere di farmi sposare dalla persona che preferisco. Secondo il DPR 396/2000 art. 2 comma 4 qualunque persona può essere delegata a celebrare un matrimonio.

Io e Vera abbiamo scelto di farci sposare da una persona che entrambi stimiamo molto e che ha un suo percorso politico importante nella direzione della laicità e dei diritti. Oltretutto è una persona che posso considerare un amico, nonostante ci siamo conosciuti solo da pochi anni e non abitiamo vicini.

La persona in questione è Ivan Scalfarotto. Ora, fra i molti difetti che ha Scalfarotto, due sono i peggiori. Il primo è che è un politico, ma possiamo dire che anche io lo sono e quindi questo difetto lo condividiamo – e vi ho anche raccontato la reazione dei miei genitori alla notizia della mia attività politica.

Il secondo è che Scalfarotto è gay. Si lo so, vi sto svelando un segreto, spero che Fassino non la prenda male. Tanto i miei genitori al matrimonio mio e di Vera non vengono comunque. Non avrebbero apprezzato la presenza così ingombrante di un omosessuale. Sull’omosessualità la posizione dei Testimoni di Geova è molto chiara. Oltre all’articolo linkato all’inizio ce ne sono molti altri che spiegano che non si devono discriminare gli omosessuali. Sono loro che almeno non devono praticare questa cosa.

A prescindere dalla causa, la cosa importante da comprendere è che la Bibbia condanna gli atti omosessuali. Pertanto, chi sta lottando contro desideri omosessuali ha davanti a sé un obiettivo raggiungibile: può decidere di non agire dietro la spinta di questi desideri.

Insomma, Ivan, sei omosessuale? O ti curi, o passi la tua vita da solo a respingere il tuo desiderio. Beh, proprio solo no, lo fai con l’aiuto di Geova. Facile, giusto e amorevole, no?

Posted by Emidio Picariello on May 1st, 2010 | Filed in credenze, matrimonio | 4 Comments »


4 Responses to “Non ero normale”

  1. scalpha Says:

    In verità non respingo nulla e non sono nemmeno da solo… Un bacio a te e a Vera da me e da Federico!
    Ivan

    http://www.ivanscalfarotto.it/?p=5518

  2. Lidia Says:

    quanto ho litigato con i miei e con gli anziani per il mio pensiero “aperto” in favore degli omosessuali…

  3. Bruno Says:

    salve,

    sto seguendo questo blog da tempo, ma non in maniera continuativa; devo ammettere che hai molta lucidità nell’affrontare una questione che ha permeato moltissimi aspetti della tua vita.

    Volevo farti notare che l’omosessualità di Ivan non dovrebbe essere presentata come uno dei suoi difetti peggiori. Conosco Ivan in quanto persona dedita ad attività pubbliche e credo che non viva questa sua condizione come un difetto.
    Prova a chiederglielo.

    B.

  4. admin Says:

    Ovviamente quando dico che Ivan ha due “difetti” lo dico dal punto di vista dei testimoni di Geova, pensavo che non ci fosse bisogno di specificarlo. E in effetti hai ragione, non è un difetto, ma un vero e proprio peccato grave 😉

Leave a Comment

AWSOM Powered