Il popolo di Geova

Ho già detto che il fatto che i testimoni di Geova si sentano superiori agli altri mi irrita un po’. Poi piano piano che riaffiorano alla memoria degli episodi del passato o che mia sorella mi racconta qualcosa che mi ricorda che fra i testimoni c’erano brave persone ma anche tanta schifezza, l’irritazione cresce. Una delle cose che chi non è uscito da una setta forse non può provare è la sensazione di strano che si prova ricordando cose che si consideravano normali.

Questo vale per la maggior parte delle spiegazioni che i testimoni di Geova danno alle cose, tutte spiegazioni a cui non ho pensato per anni, fino a quando non ho deciso di aprire questo blog.

Vi faccio l’esempio di questa storia tremenda che mia sorella ha dissepolto da una memoria che nemmeno credevo più di avere. La storia è anche semplice nel suo essere tremenda. Una persona, a un certo punto della sua vita, va dagli anziani e dice loro: vent’anni fa, questo fratello, che ora è anziano, ad uno studio di libro, mi ha preso sulle ginocchia e mi ha toccato.

Chiaramente non è possibile sapere se si tratta di un falso ricordo o se è successo davvero. Sicuramente qualunque persona dotata di buon senso avrebbe ritenuto giusto approfondire questa vicenda per cercare di capire se all’interno della congregazione si annidasse una tale serpe velenosa. Invece, per tutta risposta, gli anziani dissero alla persona che aveva raccontato questo fatto che, dato che l’accusato nei venti anni passati dal fatto aveva fatto progresso spirituale ed era diventato anziano, questo voleva dire che Geova lo aveva perdonato e benedetto. Insomma, era prevista una specie di prescrizione condizionata al progresso spirituale.

Ecco, la cosa che mi sembra più allucinante di questa storia, a rischio di sembrare egocentrico, è che questa spiegazione a me sembrasse logica, ovvero che questa spiegazione sembri logica a qualcuno, e che io sia appartenuto, seppure nel passato, al sottoinsieme di quei qualcuno. Al popolo di Geova, insomma, quello benedetto, il bene che vincerà il male.

Posted by Emidio Picariello on April 5th, 2010 | Filed in storia | 1 Comment »


One Response to “Il popolo di Geova”

  1. Dario Says:

    Un po’ “L’ammòre vince sull’odio”, insomma.

Leave a Comment

AWSOM Powered