Politicamente corretto

Io faccio politica. Quando facevo le superiori, per un periodo, passavo la pausa merenda nell’emeroteca. Ritenevo che questo mi consentisse di non trascorrere troppo tempo con le persone del “mondo” che frequentavano la mia scuola e così non rischiavo di prendermi qualche inutile cotta per qualche ragazzina (sempre del “mondo”).

Solo che il “mondo” è piccolo e qualche influenza ti tocca comunque. L’emeroteca non era esente da pericoli. Le tette sulle copertine di Panorama, per esempio. O la discesa in campo di Berlusconi. Io leggevo Repubblica, leggevo il Corriere e vedevo il caimano cominciare il suo pasto.

Mi facevo le mie idee, insomma; mi sarebbero tornate utili in futuro. La posizione dei testimoni di Geova in merito alla politica è abbastanza blindata anche se faticano ad ammetterlo. Le esperienze di persone deluse dalla politica nascondono in realtà delle posizioni molto più rigide.

Il buon governo non è prerogativa umana. “Non appartiene all’uomo terreno la sua via. Non appartiene all’uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo”. (Geremia 10:23) A prescindere dalla nostra imperfezione, la Bibbia insegna che secondo il proposito originale di Dio gli uomini non hanno ricevuto da lui né il diritto di governarsi né la capacità per riuscirci. Perché, ad esempio, le persone tendono a irritarsi all’idea che un proprio simile o un gruppo di uomini dica loro cosa fare o stabilisca per loro norme morali o etiche? Il motivo è che siamo stati creati col bisogno di rivolgerci a un’autorità più alta per avere una guida nella vita. Questa Autorità è Dio. — Isaia 33:22; Atti 4:19; 5:29.

Il fatto è semplice: se vai a votare vieni automaticamente disassociato, perché vuol dire che ti affidi alle persone anziché a Geova. I politici sono per maggior parte corrotti, i Testimoni di Geova pagano le tasse e rispettano la legge, ma ritengono che le Nazioni Unite siano rappresentate nel libro biblico dell’Apocallisse (Rivelazione, lo chiamano) come una bestia feroce.

Qualche tempo fa mia madre e mio padre erano davanti al computer e per qualche motivo hanno googled (come diavolo si traduce in italiano?) il mio nome. Ora, se provate a fare l’esperimento di cercarmi su motore di ricerca (ah, ecco, si traduce così) vedrete che molte pagine che trovate fanno riferimento alla mia attività politica e al fatto che sono nella Direzione Regionale del PD.

Questa cosa ovviamente è per me motivo di orgoglio, anche se poi all’atto pratico vale pochissimo. Son quelle cose che ti danno un po’ di soddisfazione ma non servono a molto per via del quasi nullo potere decisionale che portano con sé. La reazione di mia madre fu un po’ disgustata. “Leva queste pagine che non voglio vedere” disse. Non poteva credere che dopo avermi allevato così bene io mi fossi corrotto con “questo schifo”.

Questo è il problema quando non hai dubbi: smetti di chiederti se gli altri forse hanno ragione. Mia madre prova pena per la mia attività politica, non si chiede se forse faccio bene io a provare a migliorare un po’ il mio mondo. Per lei la soluzione è Armaghedon. Senza se e senza ma.

Posted by Emidio Picariello on January 27th, 2010 | Filed in storia | 36 Comments »


36 Responses to “Politicamente corretto”

  1. Roberto Says:

    Non è affatto vero che se vai a votare vieni disassociato. Sei molto male informato. Nelle ultime direttive vioene specificato chiaramente che non è segno di maturità spirituale votare. Ma chi lo fa sceglie secondo la sua coscienza. Ci sono problemi invece se uno fa propaganda politica all’interno della congregazione anche fuori.

    Questa è un’altra dimostrazione di esagerazioni lette su questo blog.

  2. admin Says:

    Ciascuno è libero di credere quello che vuole. Alle mie “bugie” o alle tue difese a spada tratta. Io cito fonti. Tu non mi pare.

  3. Roberto Says:

    Le tue fonti dicono solo che i TdG non appoggiano i governi umani con propaganda. Dicono che solo Dio porrà fine ai problemi.

    Io attesto solo il fatto che se vai a votare non vieni disassociato.

    Diverso è il tuo caso, se sei iscritto a liste politiche, promuovi un partito, sei un candidato, allora forse puoi anche venir disassociato.

    Ma se vai a votare, eserciti solo un tuo diritto, nessuno ti disassocia. Non è difesa a spada tratta, è una correzione di inesattezze. Non me ne volere.

  4. admin Says:

    Sì ma le tue correzioni sono errate, però:

    http://www.infotdgeova.it/img/voto.jpg

    http://www.infotdgeova.it/sanzioni/voto.php

    Come ti ho già detto, se mi dai del bugiardo devi calare qualche carta che canti, se no, astieniti, pliz.

  5. Dario Says:

    @Robe

    “Nelle ultime direttive viene specificato chiaramente che non è segno di maturità spirituale votare.”

    Ah, beh, meglio: disassociato no ma scemo sì 🙂

    “Diverso è il tuo caso, se sei iscritto a liste politiche, promuovi un partito, sei un candidato, allora forse puoi anche venir disassociato.”

    Comprendo benissimo che sono comportamenti coerenti con la dottrina ma comunque se ciò accade, direi che la diffidenza e le perplessità verso i Tdg permangono.

    @Emidio

    penso si possa dire “googlare”, lo sento dire spesso.

  6. Roberto Says:

    @ Emidio:

    Stai citando documenti del 1989, e articoli del 1964. Sei accurato come se io ti parlassi di Germania Est o dell’impossibilità per l’uomo di andare sulla Luna.
    Da allora le cose sono cambiate. Quello che ti ho detto, è stato letto un paio di anni fa da una circolare a tutte le congregazioni.
    Se non accetti critiche astieniti dall’ aprire blog pliz

    E ti do uno spassionato consiglio:
    Se questo blog è lo sfogo reale per la delusione che i tuoi non vengano al tuo matrimonio, fagli leggere questi racconti e i loro commenti. Poi chiedi loro se il rifiuto di partecipare ad un evento così importante per il figlio ha dato buona testimonianza o meno. Non vengono per non farsi criticare, e non venendo promuovono critiche (che secondo me sono giuste e inevitabili). A volte invece di farsi guidare dai dictat, bisognerebbe usare la ragione. Probabilmente se gli anziani in congregazione di tuo padre leggessero questo blog, lo “riprenderebbero” ugualmente, perchè con il suo comportamento ha dato una bruttissima testimonianza.

    E non essere arrabbiato con me, comprendo il tuo stato d’animo e non sono daccordo con il boicottamento di un matrimonio del figlio. Se faccio delle precisazioni, è perchè conosco l’esatta verità su certe cose, che nel corso del tempo cambiano. Tu dici di essere uscito da una decina d’anni….permetti che le cose non siano più le stesse in ogni particolare?

  7. admin Says:

    Se vuoi che creda che le cose sono cambiate, bisogna che tu produca una copia della circolare di cui parli. Io non credo per fede o fiducia, a niente. Sai com’è, sono rimasto scottato. L’ultima circolare che ho visto con i miei occhi dice quello che ho scritto. A quello credo, il resto è da dimostrare.

    I miei genitori sono testimoni di Geova modello. Che non vengono al mio matrimonio lo sanno tutti, in congregazione. Che la famiglia della mia futura moglie è conosciutissima in zona, anche, lo sanno tutti.

    Anche quando fai morire un bambino perché non gli dai il sangue dai cattiva testimonianza, ma questo non sembra che abbia fermato nessuno. Non penso che questo blog faccia cambiare idea ai miei genitori. Se e quando ci capiteranno – ma come ho detto non amano googlarmi – penseranno solo che io sono ormai un apostata irrecuperabile e che per loro è solo una nuova prova di Satana.

  8. Cos Says:

    @Roberto

    sì va bene Roberto, la circolare in congregazione, abbiamo capito. Ce la fai leggere pliz?

  9. Uglypostcards Says:

    è orrendo, ma io ho sempre sentito googlare 🙁

  10. Ale Says:

    @ Roberto
    I discorsi li porta via il vento con una velocità incredibile.
    In fondo non ti viene chiesto altro che dare prova delle tue repliche, se la tua posizione è così inattaccabile, non hai che da mostrare le tue fonti.
    è una questione di serietà e maturità.

  11. ponga Says:

    Roberto scrive:

    fagli leggere questi racconti e i loro commenti. … Probabilmente se gli anziani in congregazione di tuo padre leggessero questo blog,

    Eehh? e da quando gli anziani di di congregazione leggono i blog apostati?!

    se vai a votare e non lo sa nessuno non ti disassociano. eh eh eh

    prova a dire a un anziano della tua congregazione che hai votato alle ultime elezioni, poi ci racconti.

    I TG si fanno paladini delle libertà civili (e capita loro anche di portare avanti qualche battaglia poi utile a tutti) quando devono sostenere il proprio diritto a uniformarsi a qualche direttiva del corpo direttivo (o di Gesù o del Creatore o del Creatore dei Lego, non entro nel merito). Paladini del diritto all’autodeterminazione in campo medico, ma se gli ospedali fossero tutti dei TG e i medici TG, un cattolico che volesse una trasfusione di sangue potrebbe crepare prima. Paladini del diritto alla libertà di religione, ma se da TG diventi cattolico sei “un cane che torna al proprio vomito”.

    Ma che ci vuoi raccontare dei TG? Se io fossi un testimone della tua congregazione, e tu parlassi come nei tuoi interventi su questo blog, ti riterrei un fratello poco spirituale, che si è lasciato corrompere dallo spirito d’indipendenza.

    Se i tuoi anziani ti leggessero su questo blog, ti “riprenderebbero”. Se i lettori di questo blog vogliono saggiare la veracità dei racconti dell’admin, basta che leggano le pubblicazioni della Società, tipo la Torre di Guardia, o il libro i Giovani Chiedono, o il Ministero del Regno. Ma dare retta a te, be’, sei un po’ new age, come ha osservato qualcuno. Se la religione dei TG è il vestito che fa per te, è perchè te lo sei fatto sistemare da un sarto fricchettone. Cordialmente, Sonia

  12. Roberto Says:

    @ Emidio:

    Sai benissimo che le circolari io non te le posso produrre. Non vengono pubblicate, ma tenute negli archivi degli anziani. Vengono solo lette alla congregazione non appena arrivano.
    Comunque vorrei sapere che beneficio sarebbe per me (che comunque non voto) affermare che il votare non viene punito con la disassociazione se ciò non fosse vero.
    Comunque mi sembra che state cercando di dar la caccia alle streghe.

  13. admin Says:

    @ Roberto:
    wow. mi hai convinto. un documento che non viene divulgato e che dimostra che i testimoni di Geova NON hanno un divieto. Ha senso, sì. Anzi: no, non ha senso e quindi non ti credo.

    Forse non ti rendi conto di quanto le cose che dici si contraddicano l’una con l’altra. “affermare che il votare non viene punito” ti serve proprio per dimostrare che “state cercando di dar la caccia alle streghe”.

    Qui si raccontano dei fatti, VERI e DOCUMENTATI. Li contesti e ti si dice: “documenta le tue contestazioni” e rispondi: “non posso ma voi date la caccia alle streghe”. Non funziona così, sai?

    Mi vuoi convincere? Fai una cosa: vai dai tuoi anziani e dici loro: “guardate, c’è questo blog che dice che vengono disassociati quelli che vanno a votare. Mi date una fotocopia di quella circolare che dice il contrario così dimostriamo che non è vero? ”

    Ma tu non lo farai perché la tua religione liberale prevede che se i tuoi anziani scoprono che leggi un blog che sta all’indirizzo “ildisassociato.net” ti fanno un comitato giudiziario e disassociano anche te.

    Hic Rhodus, hic salta. Se dici la verità, provalo.

  14. ponga Says:

    Dimenticavo: la mia perfidia mi porta a credere che nelle pubblicazioni degli ultimi anni i Tg non saranno espliciti sulle sanzioni per chi va a votare, per il semplice fatto che aspirano all’otto per mille! Sono in contrattazione con lo stato da parecchi anni, ma, nonostante qualche amico nell’attuale PD, non sono riusciti a farsi passare per una religione meritevole del pubblico gruzzolo. Pubblico questo commento, ma chiedo scusa perchè sono scaduta nel pettegolezzo.

  15. Roberto Says:

    Articolo della Torre di Guardia del 1° novembre 1999, intitolato
    “Cosa ne pensano i testimoni di Geova delle votazioni?”

    “Sembra comunque che [nella Bibbia] non esista nessun principio contrario al votare in sé e per sé”. Poi si aggiunge “In quanto a dare personalmente il proprio voto a un candidato alle elezioni, ciascun testimone di Geova decide in base alla propria coscienza addestrata secondo la Bibbia e a come intende la responsabilità che ha verso Dio e verso lo Stato”

    Ecco la prova. Controlla pure la fonte.
    Direi che il discorso, almeno per quanto riguarda le votazioni, è chiuso.

    Su altre cose che Emidio ha citato, posso solo argomentare su come vivo certe realtà e discutere su sfaccettature, ma questa accusa che noi proibiamo il voto pena la disassociazione non è corretta. Magari Emidio è uscito dai TdG prima di quella data, o non ha letto quella pubblicazione.

    Oppure qualcuno sostiene che questa prova non è valida?

    Datemi almeno l’onore delle armi su questo punto 🙂

  16. Aesculapius Says:

    @ Emidio:

    tutti i genitori con un po’ di sale in zucca si incazzerebbero se il proprio figlio facesse parte della “Direzione Regionale del PD”!

  17. ponga Says:

    Ho appena chiesto a un parente testimone di verificare. Mi ha letto per telefono tutto il lungo articolo citato da Roberto. Alla domanda: ma se vado a votare e voto effettivamente per un candidato -non scheda bianca o nulla-, mi viene fatto un comitato giudiziario? La risposta è stata: “sì, certo!” Ho chiesto di trovarmi dove è scritto (di recente, intendo) Farà una ricerca e mi farà sapere. Ha convenuto con me che l’argomento è delicato, non si può istigare a non votare e cercare contemporaneamente un riconoscimento dallo stato. Ma, da testimone, non aveva dubbio su cosa debba scegliere una coscienza addestrata.A buon intenditor…Ma, oltre che innocenti come colombe, devono esser cauti come serpenti. A parte Roberto, i TG sanno che se votano e la cosa si viene a sapere, li aspetta un comitato giudiziario, che può decidere per la disassociazione. Cercherò qualcosa di scritto ed esplicito, prima di considerare chiuso l’argomento.Se no, rimane la prova pratica…

  18. Giovanni Fontana Says:

    Dovevi titolarlo “politicamente corrotto”.

  19. Roberto Says:

    @ ponga:

    i tuoi sono solo discorsi.
    Il mio era un articolo che non lascia addito a discussioni. Ognuno fa quello che in coscienza si sente di fare e si assume le proprie responsabilità. Nessuno può farti un comitato a meno che non fai propaganda politica.
    Ho tratto un articolo dall’organo ufficiale dei TdG. Chi legge l’italiano capisce esattamente quello che c’è scritto. Il tuo parente può dire quello che vuole, non penso che sia lui il portavoce di Geova sulla terra.
    A meno che non si chiami Silvio ovviamente.

  20. admin Says:

    @ Roberto:
    no, ascolta, questo non lo puoi fare.
    quella rivista che hai citato non dimostra niente.
    a circolare INTERNA che dice che si viene disassociati devi rispondere con circolare INTERNA.
    E’ chiaro che una religione che fa battaglia per l’8 per mille non si mette a dire in riviste che escono all’esterno cose più esplicite di quelle che ha già detto.
    Perché non chiedi la circolare agli anziani e non la posti qui? Rispondi a questo? Perché non gliela vai a chiedere? Se non gli chiedi una copia di quel documento vuol dire quello semplicemente questo:
    1. che non lo puoi fare perché senno ti fanno il comitato per aver frequentato un sito apostata
    2. perché la circolare non esiste.
    Se vai a votare ti becchi il comitato. Questa è la verità. Te lo ripeto: dimostra il contrario o non prenderti la libertà di dare del bugiardo a nessuno, è chiaro?

  21. Massimo Says:

    Aesculapius scrive:

    @ Emidio:
    tutti i genitori con un po’ di sale in zucca si incazzerebbero se il proprio figlio facesse parte della “Direzione Regionale del PD”!

    quoto

  22. admin Says:

    Massimo ed Aesculapius, seriamente: ogni genitore dovrebbe essere orgoglioso delle cose che rendono orgoglioso il figlio, al di là delle ideologie. Appunto.

  23. Roberto Says:

    admin scrive:

    @ Roberto:
    no, ascolta, questo non lo puoi fare.
    quella rivista che hai citato non dimostra niente.
    a circolare INTERNA che dice che si viene disassociati devi rispondere con circolare INTERNA.
    E’ chiaro che una religione che fa battaglia per l’8 per mille non si mette a dire in riviste che escono all’esterno cose più esplicite di quelle che ha già detto.
    Perché non chiedi la circolare agli anziani e non la posti qui? Rispondi a questo? Perché non gliela vai a chiedere? Se non gli chiedi una copia di quel documento vuol dire quello semplicemente questo:
    1. che non lo puoi fare perché senno ti fanno il comitato per aver frequentato un sito apostata
    2. perché la circolare non esiste.
    Se vai a votare ti becchi il comitato. Questa è la verità. Te lo ripeto: dimostra il contrario o non prenderti la libertà di dare del bugiardo a nessuno, è chiaro?

    No Emidio, così non vale. Sei scorretto.
    La tua circolare INTERNA, caro Emidio, è un file pdf di nessuna validità. Non è detto che sia vero, non puoi stabilire se è autentico. Anche se fosse autentico (cosa che dubito fortemente) quella non è una circolare, ma la risposta di un membro della filiale italiana ad una domanda. In ogni caso fino a prova contraria, in caso di controversia, vale sempre e solo quello riportato nel periodico “La Torre di Guardia”, non quello che scrive quello o quell’altro anziano. E la tua fonte era vecchia di 10 anni rispetto alla mia. Io non ho da dimostrare altro, ti ho portato la prova ultima che attesta che quanto da te asserito non è corretto nemmeno in parte. Se vuoi dimostrare che quello che ho detto è falso, citami una Torre di Guardia, più recente del 1999. Sai che non posso produrti circolari, sai che la lettera che hai mostrato non ha il minimo valore. e sai benissimo che ogni prova oltre la tdG non conta niente.
    Ti arrabbi perchè ti do del bugiardo? Io non do del bugiardo a nessuno. Dico solo che per quanto riguarda la questione delle votazioni sei informato male. Tutto qui.

    Non è il caso che ti arrabbi, su altre cose non ho argomenti validi per oppormi alle tue considerazioni, su questo argomento invece ho dimostrato che avevi info errate.
    Poi sia chiaro, se non vuoi che dica la mia sulle questioni che sollevi, basta dirlo…io mi defilo e smetto di postare sul blog.
    Avere il dente avvelenato per le tue (giuste peraltro) motivazioni ci sta, contestare certe cose che non ti vanno bene ci sta, discutere su credenze e modi di fare ci sta, e ci sta anche che se qualcuno corregge un inesattezza non si scateni una guerra. Non credo che l’affermare che quello che hai detto riguardo alla politica sia inesatto, vanifichi tutta la tua fatica e l’impegno nello scrivere il tuo racconto.

  24. Thumper Says:

    admin scrive:

    Massimo ed Aesculapius, seriamente: ogni genitore dovrebbe essere orgoglioso delle cose che rendono orgoglioso il figlio, al di là delle ideologie. Appunto.

    Sacrosanto!

  25. admin Says:

    @ Roberto:
    La cosa che mi manda in bestia caro Roberto è che tu sai perfettamente che nessun testimone di Geova vota e sei perfettamente consapevole del fatto che se un testimone votasse verrebbe disassociato. Vuoi segnare il punto a tutti i costi, ma non vai dagli anziani a chiedere quella circolare.
    Nel 99 un po’ frequentavo ancora e sappiamo benissimo entrambi che non si poteva votare, come non si può votare ora e come non si poteva votare nel 59.
    Quello che proprio non capisco è perché vuoi far apparire i testimoni di Geova qualcosa di diverso da quello che sono.
    Essere “separati dal mondo” è un bisogno che ogni testimone di Geova sente. Non è discrezionale, è un dovere preciso. Perché non dici “a me sta bene così” invece di insistere sul fatto che sono male informato? Tu non voti? Allora ti sta bene così. Ma i testimoni di Geova non vanno a votare e io e te lo sappiamo. Io a votare ci sarei andato e non potevo,invece.

  26. Sergio Says:

    Mio padre (cattolico sui generis) non ha approvato neppure il mio tesseramento al PD: dice che sono democristiano 😀
    Anche i miei amici hanno cercato fisicamente di fermarmi e la mia ragazza scuote sempre la testa quando ne parlo.
    Facciamo così Emidio, se ad un certo punto ci stufiamo del PD e ci disassociamo, facciamoci un bel blog!

  27. ponga Says:

    @ Roberto:
    I miei sono discorsi, ma i discorsi, questo tipo di discorsi, condizionano la vita quotidiana dei testimoni di Geova. i Testimoni non si sognano di andare a votare, perchè sono leali al Regno di Dio e si sentono, rispetto alla nazione nella quale vivono, come ambasciatori stranieri. L’esempietto è liberamente tratto dall’articolo del ’99. Ripeto, comprendo la cautela della Società nel trattare l’argomento, ma l’andare a votare, anche se chiama in causa la coscienza, non è una questione di coscienza come può essere per un Testimone l’andare a fare lo scrutatore al seggio, o per una moglie con marito incredulo seguirlo alla cena di Natale dai parenti (senza partecipare ai festeggiamenti, ovviamente), oppure partecipare ad un matrimonio in cui fosse presente un disassociato, appunto. Andare a votare comporta un comitato giudiziario, così come palpare le tette di qualcuno che non sia il coniuge. Non ci credo, che ti attacchi a questo articolo del ’99 per sostenere il contrario. Le torture, le uccisioni, gli stupri del Malawi, per non comprare un obolo di tessera del partito, te li ricordi? Ovvio che era trent’anni fa e scommetto che ora la cosa sarebbe gestita più prudentemente, ma quale principio biblico sarebbe stato meglio compreso per rendere facoltativo l’andare a votare o, piuttosto, per rendere possibile essere testimoni di Geova che non fanno parte del mondo e sostenitori di un partito politico. E poi, senti, fai il favore, chiedilo a ‘sti tuoi anziani…la circolare certo non la puoi chiedere, ma sapere se ti fanno il comitato se vai a votare…

  28. Massimo Says:

    Thumper scrive:

    admin scrive:
    Massimo ed Aesculapius, seriamente: ogni genitore dovrebbe essere orgoglioso delle cose che rendono orgoglioso il figlio, al di là delle ideologie. Appunto.
    Sacrosanto!

    Spero tu non abbia preso sul serio la cosa, era chiaramente una battuta, per stemperare il clima, e prendere una pausa da una discussione che si era incartata su se stessa.

  29. admin Says:

    @ Massimo:
    tranquillo. è ovvio. naturalmente poi sono risalito tramite l’IP alle vostre residenze e uno squadrone della morte democratico verrà a prelevarvi a casa. 😀

  30. cecilia Says:

    @ roberto
    @ admin

    ragazzi, qui però si sta parlando del sesso degli angeli..! che uno che vada a votare nel 2010 venga dissociato davvero o solo un pò disapprovato, obiettivamente, non è che faccia poi tutta sta differenza. ok per un tdg forse sì, ma guardiamoci in faccia: la gravità della cosa, che resta indiscutibile e su cui potreste mettervi d’accordo e chiudere questo battibecco, è il fatto stesso che andare a votare sia oggetto di discussione. e che qualora anche uno ci andasse senza essere dissociato non potrà confrontarsi con amici e familiari; non potrà incazzarsi più di tanto o gioire (se non altro questa seconda opzione ultimamente non è data neanche a chi tdg non è) né partecipare in maniera sana e costruttiva al dibattito pubblico. anche solo nelle elezioni di istituto nelle scuole superiori.. il fatto di non essere liberi di scegliere se ci interessa o meno e in che misura, io lo trovo triste quasi quanto non festeggiare il compleanno.

  31. iMille » Blog Archive » Politicamente corretto Says:

    […] corretto06.02.10 | Comment? Il fatto è semplice: se vai a votare vieni automaticamente disassociato, perché vuol dire che ti affidi alle persone […]

  32. Franco Gelmetti Says:

    Emidio, se tu fossi una persona saggia avresti già lasciato questa religione o setta.
    Ma come è possibile che si possa anche solo discutere di argomenti del genere?
    Limitare il mio diritto di voto o la mia libertà di aderire ad un movimento politico sulla base di un precetto religioso?

    Codesta setta mi sembra addirittura + comica di Montezemolo che giura di non aver mai ricevuto aiuti dallo stato!

    Ma siamo sul blog dei Mille o su una raccolta di barzellette online?

    Cordialmente, Franco

  33. admin Says:

    @ Franco Gelmetti:
    e in effetti l’ho lasciata molti anni fa. non a caso il blog si chiama “il disassociato”…
    ma dato che la mia famiglie è testimone di Geova, in qualche modo questa religione riesce a condizionare certe cose della mia vita. Il fatto che i miei genitori non verranno al mio matrimonio, per esempio.

  34. Claudia Says:

    LEGGO leggo i vostri post…che confusione!!! Dirò la mia credo di saperne qualcosa certo non ho visto circolari,ma poichè siamo in campagna elettorale vi racconterò cosa ha risposto ad un collega di lavoro che le chiedeva un voto per un tale una sorella che è uscita in servizio qualche giorno fa con una mia parente…”Noi non votiamo” questo è ciò che pensano i tdg…

  35. wilson Says:

    posso rispondere io? ehm siamo nel 2012? ok circolare interna o esterna sta di fatto che nella mia congregazione una persona che studia la bibbia, quindi non battezzata ecc. è andata a votare, e ha avuto l’ingenuità di dirlo all anziano (pluridecennale) che coordina il corpo degli anziani nella cong, e lui le ha sospeso lo studio.. vorrei fare una premessa sulle condizioni mentali e sociali di questa persona.
    Questa è una donna sola che ha avuto precedenti con la droga, ragazza madre a 13 anni, abbandonata per le varie vicessitudini da tutta la sua famiglia, figli compresi. Si è avvicinata alla ‘vertà’ e l’è stato iniziato uno studio…sarà un annetto ormai. Qualche mese fa, la figlia che sembra, dopo quasi 20 anni, voler ricucire i rapporti la invita al battesimo del bambino mettendosi contro l’intera famiglia, perche speranzosa che la madre si riavvicinasse e cogliesse quell’occasione per dimostrare a tutti che aveva cambiato vita [N.B la donna aveva cambiato vita già anni prima di venire alla ‘vertà’]. La donna chiede all anziano del suo studio se può farlo e lui le risponde categoricamente di no. Non che sia questione di coscenza o altro, dice no. La donna non va, la figlia resta delusa e i familiari tutti continuano a disprezzarla. Ora sorvolando sulle considerazioni d’obbligo sulla straordinaria capacità dei tdg di unire le famiglie, mi chiedo, se questa donna non fosse stato un relitto della società, ma una persona ben in vista, magari con una posizione sociale ed economica notevole, si sarebbe stati cosi dispotici e autoritari nei suoi confronti? oppure si sarebbe detto (considerando che studia) fai di coscienza? Mah l’ardua sentenza ai posteri. Perdinci ho tergiversato un casino..vabbe volevo solo dire che no, nel 2012 non si può votare.

  36. davide Says:

    @ Roberto:
    blasfemo per essere della fratellanza!

Leave a Comment

AWSOM Powered